Contattaci

Blog

La gestione delle risorse di monitoraggio e misurazione

4 settembre 2022

Nei Sistemi di Gestione della Qualità è possibile semplificare l’approccio metrologico con buon senso avendo un buon livello di risparmio ed efficientamento, mantenendo un ottimo livello di efficacia e conformità del sistema.

 

Secondo la norma ISO 10012:2003 (Sistemi di gestione della misurazione - Requisiti per i processi e le apparecchiature di misurazione) si definisce conferma metrologica l’insieme delle operazioni richieste per garantire che un’apparecchiatura di misura sia conforme ai requisiti relativi all’utilizzo previsto.

 

I sistemi di gestione della misurazione sono l’insieme degli elementi correlati o interagenti necessari per conseguire la conferma metrologica e il controllo dei processi di misura.

 

Il requisito della ISO 9001:2015 che si occupa del tema del monitoraggio e della misurazione è il 7.1.5.

 

Il primo paragrafo 7.1.5.1, “Generalità”, definisce che “quando il monitoraggio e la misurazione sono utilizzati per verificare la conformità dei prodotti e servizi ai requisiti, l’organizzazione deve determinare e mettere a disposizione le risorse necessarie per assicurare risultati validi e affidabili. Queste risorse devono essere adatte al tipo di attività e devono essere mantenute per assicurare la loro continua idoneità”.

 

Il requisito 7.1.5.2,”Riferibilità delle misurazioni", aggiunge che “quando la riferibilità delle misurazioni è un requisito o è considerato dall’organizzazione una componente essenziale le apparecchiature di misura devono essere tarate e/o verificate a intervalli specificati o prima dell’utilizzo, identificate e salvaguardate”.

 

Il requisito di norma in sostanza indica:
• quali strumenti servono;
• come occorre procedere;
• quando occorre tarare uno strumento;
• cosa bisogna fare.

 

Strumenti necessari

 

L’analisi parte dal requisito 9.1 della norma, il quale indica che è necessario specificare cosa è necessario misurare e monitorare e definire i metodi per il monitoraggio e la misurazione da parte dell’organizzazione.

 

Il documento per rispondere al requisito 9.1 è chiamato “piano di controllo”; in pratica è una tabella in cui si identificano, fra le altre cose, le fasi del monitoraggio, le misurazioni per ogni fase, gli strumenti utilizzati per il controllo e i limiti di accettazione.

 

Come occorre procedere

 

Identificati quali strumenti servono, l’organizzazione deve assicurare che essi siano adatti e mantenuti nella continua idoneità, ovvero è necessario scegliere gli strumenti giusti in funzione delle misure da effettuare e preoccuparsi di tenerli in efficienza, conservando informazioni documentate.


Quando occorre tarare uno strumento

 

Quando la norma parla di “riferibilità delle misurazioni” occorre che lo strumento sia messo a punto attraverso una catena metrologica, il che implica una reale necessità di “Taratura” degli strumenti. Questa attività si rende necessaria solo quando:

• esiste un obbligo di legge (es. peso di un prodotto venduto a peso);
• esiste un obbligo contrattuale (es. una caratteristica di una specifica tecnica del prodotto: dimensioni, quantità…);
• è una componente essenziale per fornire fiducia (es. caratteristiche che danno qualità al prodotto… tutte le volte che abbiamo bisogno di “certezza”).

 

Cosa bisogna fare

 

L’intervento che occorre realizzare richiede di:


a. Tarare e/o verificare a intervalli specificati o prima dell’uso
• Taratura esterna: conferma metrologica garantita da un fornitore (qualificato)
       - Semplicemente competente
       - Certificato
       - Accreditato
• Taratura interna: conferma metrologica garantita da competenze e metodi documentati
• Verifica: conferma sostenuta da evidenze oggettive del soddisfacimento di requisiti.


b. Identificare lo strumento e lo stato di taratura/adeguatezza


c. Salvaguardare (fare in modo che gli strumenti siano protetti e sicuri) gli strumenti operativi, di laboratorio, di taratura.

 

È importante pertanto sottolineare come ci siano casi in cui la taratura possa essere sostituita da una mera verifica di idoneità all’uso, come nel caso di misurazioni puramente indicative o con tolleranze ammesse così ampie da non rappresentare rischi di non conformità.

 

Cosa può fare per te il software Digitaliso?

 

Attraverso il menu Risorse e più precisamente mediante la scheda Risorse monitoraggio e misurazione è possibile visualizzare l’elenco degli strumenti di misurazione presenti in Azienda ed aggiornarlo attraverso comode funzionalità di duplicazione e gestione massiva.
Ogni verifica o taratura dello strumento, la cui scadenza è monitorata a livello di cruscotto, è archiviata nel registro interventi.

 

Questa sezione, tanto semplice, quanto funzionale, permette di digitalizzare il monitoraggio delle attività assicurando un pieno controllo di scadenze e aggiornamenti.